libri sull'olocausto

Libri sull’olocausto – letture raccomandate

Vuoi conoscere i più importanti libri sull’olocausto? Leggi qui!

La letteratura riguardante la tragedia avvenuta nei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau è sicuramente corposa e i visitatori si chiedono sempre cosa leggere e come documentarsi. Ecco quindi una piccola lista con i cinque libri sull’olocausto più interessanti secondo il team di Tourismidea.

 

5 libri sull’Olocausto consigliati

1. Diario, A. Frank

Ecco la difficoltà di questi tempi: gli ideali, i sogni, le splendide speranze non sono ancora sorti in noi che già sono colpiti e completamente distrutti dalla crudele realtà.

Anna Frank, Diario, ed. 1964

Tra i libri sull’olocausto uno dei più conosciuti è sicuramente il Diario di Anna Frank. Il diario della giovane Anna Frank è un’opera toccante e innocente che ci mostra le paure e la vita di una ragazzina alle prese con le difficoltà della guerra e la “colpa” di essere ebrea. Assolutamente consigliato.

2. Se questo è un uomo, P. Levi

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.

Primo Levi, Se questo è un uomo, 1947

Si dice che questo sia un libro che non si leggerà mai abbastanza, che la sua influenza nel mondo abbia pochi eguali. La scrittura di Primo Levi commuove e fa pensare, richiede al lettore di non dimenticare per lasciare spazio a un futuro migliore.

3.  La lista di Schindler, K. Thomas

Il libro che ha ispirato l’omonimo film è un crudo ricordo dell’epoca, che riporta in vita la tragica storia di milioni di persone e la crudezza degli avvenimenti. Il romanzo merita di essere letto per la sua visione lucida delle vicende e per la sua vividezza.

4. Pensaci uomo!, A. Steiner, P. Caleffi

Un libro che racconta le esperienze tramite immagini. Potente, ma non impegnativo, il volume colpisce per la scelta accurata delle fotografie, per la grande umanità rappresentata da queste e il loro impatto emotivo.

5. Auschwitz. Ero il numero 220543, D. Avey

Il poeta Lovelace ha scritto che non bastano muri di pietra e sbarre per imprigionare lo spirito umano. Avevo letto quella poesia da piccolo, e ne avevo fatto il mio motto. Sapevo che non potevano tenere in gabbia la mia mente. Fintanto che riuscivo a pensare, ero ancora libero.

Denis Avey, Ero il numero 220543, 2011

Altro volume eccezionale, racconta la storia di un soldato inglese infiltrato nell’inferno di Auschwitz e miracolosamente sopravvissuto. Il protagonista decise di narrare la sua storia alla veneranda età di 90 anni, quando ancora incubi legati al periodo disturbano le sue notti. Un libro toccante e interessante, spietato nelle sue descrizioni, cerca di raccontarci l’inferno che i prigionieri erano costretti a subire.

Comments are closed.


Warning: Unknown: open(/run/shm/php5/sess_onkkj1f1qftkfieca6stnu8jm2, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct (/run/shm/php5) in Unknown on line 0